Long Playing gli anni 2000


«Dicono che la musica rock sia morta, ma quando vedo che i locali in cui suoniamo sono pieni di ragazzi, ne dubito»
 Chris Robinson

Niente dura per sempre. Ci fu un tempo in cui il jazz era la musica pop che trasmettevano alla radio, la musica per ballare. La musica rock ha monopolizzato la seconda metà del XX secolo. Ma dopo gli anni novanta, dopo il grunge dei teenager ed il groove dei college universitari, ha cessato di rappresentare la colonna sonora del mondo. Nel XXI secolo il rock è appannaggio di un pubblico agé, quello dei capelli grigi che si incontra ai concerti. Si è fatto una musica per nostalgici (della propria giovinezza).
Negli anni duemila i negozi di dischi hanno chiuso, per lasciare posto ad altre, meno convinte, forme di distribuzione musicale, come la musica liquida trasmessa in streaming dal web. Una musica che non necessita di essere posseduta fisicamente: in qualche modo è un ritorno ai giorni della radio. Ma più che in forma di musica registrata, la musica mi sembra sopravvivere dal vivo: a fronte di poche band che possono permettersi di riempire gli stadi, vendendo i biglietti a peso d’oro, c’è un mondo di musicisti che sera dopo sera suonano nei piccoli club. Negli anni classici si suonava in concerto per pubblicizzare i dischi, oggi si registrano dischi per pubblicizzare i concerti.
Non sono i musicisti a mancare. Quella che manca è la scena: riviste, cronisti musicali, trasmissioni radio, un pubblico che ascolti le stesse canzoni nello stesso momento.
Il suono delle band del nuovo secolo si ispira esplicitamente al rock classico dei giorni in cui gli attuali musicisti frequentavano le scuole elementari. Alcuni sono i figli di quei musicisti, come Luther figlio di Jim Dickinson, Jakob figlio di Bob Dylan, Baxter figlio di Ian Dury, Dylan figlio di Steve Howe. C’è un filo conduttore nelle rock band del nuovo millennio: un amore per le radici, un’indifferenza per il mainstream e una tendenza alla prolissità, a testimoniare che registrare in digitale costa meno che sui nastri magnetici negli studi di registrazione di una volta. Il basso costo lascia campo facile a una produzione esuberante e poco selezionata.
Le canzoni del duemila sono tenui, suonate quasi in sordina ed in low fi, bassa fedeltà. Melodie accennate senza indulgere in virtuosismi né assolo, abbellite al massimo da echi gentili di Hammond B-3. Il modello di cantante è più Morrissey degli Smiths che Elvis Presley. I testi sono cupi e pessimisti e murder songs. Niente All You Need Is Love, The Times They Are A Changing o Born To Run. Mi domando se è così che i nuovi giovani vedono il mondo.

Continua a leggere di

Wilco (i Beatles)
Black Crowes (gli Stones) 
Cowboy Junkies (i Velvet Underground) 
Gov't Mule (il rock sudista) 
Avantgarde 
Songwriter 
Alt-Country (the Band) 
Lucinda Williams 
Mary Gauthier 

Colonna sonora:
  • Cowboy Junkies: The Trinity Session (1988) 
  • 
Black Crowes: Shake Your Money Maker (1990) 

  • Jayhawks: Hollywood Town Hall (1992) 

  • Black Crowes: The Southern Harmony and Musical Companion (1992) 

  • Walkabouts: Satisfied Mind (1993) 
  • 
Vic Chesnutt: About to Choke (1996) 
  • 
Radiohead: OK Computer (1997) 
  • 
Whiskeytown: Strangers Almanac (1997) 

  • Black Crowes: Greatest Hits 1990–1999: A Tribute to a Work in Progress... 

  • Wilco: Yankee Hotel Foxtrot (2001) 

  • Ryan Adams: Gold (2001) 

  • Gov’t Mule: The Deep End (2001 / 2002) 

  • Damien Rice: O (2002) 

  • Wilco: What's Your 20? Essential Tracks 1994 - 2014 (antologia)

  • Mary Gauthier: Mercy Now (2005) 
  • 
Vic Chesnutt: At The Cut (2009) 

  • Black Keys: Brothers (2010) 
  • 
Lucinda Williams: Down Where the Spirit Meets the Bone (2014) 

  • Sufjan Stevens: Carrie & Lowell (2015) 

  • Eels: Meet The Eels (antologia)


10 album dal vivo degli anni duemila:
  • Sheryl Crow: Live from Central Park (1999)

  • Gov’t Mule (troppi per sceglierne uno) 
  • 
Lucinda Williams: Live @ the Fillmore (2003) 

  • Phish: Live In Brooklyn (2004) 

  • Wilco: Kicking Television, Live in Chicago (2005)

  • Counting Crowes: Live at Town Hall (2007) 

  • Cowboy Junkies: Trinity Revisited (2007) 

  • Black Crowes: Wiser for the Time (2009) 
  • 
Dave Matthews Band: Europe 2009 / Lucca Italy (2009) 
  • 
JJ Grey & Mofro: Brighter Days (2011) 

  • Mary Gauthier: Live at Blue Rock (2012)
  • 
Eels: Live at Royal Albert Hall (2014)


Post più popolari