sabato 3 ottobre 2015

Marcus Eaton > Versions Of The Truth


È ormai occasione più unica che rara imbattersi nel disco di uno sconosciuto che ci faccia rizzare le orecchie. I tempi in cui ogni visita al negozio di dischi era una epifania sono morti e sepolti.
Però, mai dire mai. Ogni tanto capita. Come con questo disco di Marcus Eaton, scovato dalla Route 61 di Ermanno Labianca, sempre più deciso a ricreare a casa nostra i tempi leggendari della Asylum Records di Los Angeles.
Marcus è un side-man dei migliori musicisti della West Coast, da David Crosby a Jackson Browne, ed un virtuoso della chitarra acustica, ma non è a questi nomi che il disco fa pensare. Con le sue ballate morbide e robuste, orecchiabili e moderne, Version Of The Truth riporta alla ribalta  i giorni del power pop di musicisti come Marshall Crenshaw, Robert Palmer, Donald Fagen, Lindsey Buckingham: atmosfere sognanti da trasmissione radio notturna ascoltata in auto fra Mulholland Drive e Laurel Canyon.
Il suono è moderno, asciutto ed essenziale e non disdegna il matrimonio fra chitarra acustica e (talvolta) ritmi funky. Melodie corali e danza alla luce della luna. Voglia di double fun, doppia dose di divertimento, ma anche malinconia e vecchi ricordi.

In queste giornate uggiose d’autunno, non c’è di meglio per sognare California. Ascoltatelo.