sabato 19 settembre 2015

King Crimson: discografia guidata per la giovane persona


Completo i post sui King Crimson con una discografia essenziale guidata delle varie incarnazioni della band britannica, ad uso dei giovani ascoltatori curiosi che vorrebbero fare la conoscenza del più autorevole dei gruppi progressive. In calce alla discografia di ognuno dei periodi del gruppo ho aggiunto il titolo di un disco dal vivo che, a mio giudizio, è buon testimone della formazione in concerto.


Mark 0

In The Court Of The Crimson King (1969) ★★★★★

+ Epitaph (registrato dal vivo nel 1969)

Un disco epico, per il gruppo inglese più eccitante del 1969. Scrisse le regole del progressive sinfonico, ed è ancora attualissimo. 



Mark I

In The Wake Of Poseidon (1970) ★★
Lizard (1970) ★★★★ ½
Islands (1971) ★★★★½

+ Live At The Marquee (registrato in concerto nel 1971)

Robert Fripp e Pete Sinfield, rimasti soli, proseguirono sulla strada del progressive con la collaborazione dei più bei nomi dell'underground jazz rock britannico. Lizard sfiora il jazz, Islands è etereo e notturno. 



Mk II

Lark’s Toungues In Aspic (1973) ★★★★
Starless and Bible Black (1974) ★★★★
Red (1974) ★★★★★

+ USA (registrato dal vivo nel 1974)

Il percorso dal progressive sinfonico ad un suono minimale, asciutto, affilato, sperimentale, elettrico, ma al tempo stesso melodico, di una formazione essenziale. Splendidi i tamburi di Bill Bruford. 



Mark III

Discipline (1981) ★★★★★
Beat (1982) ★★★★★
Three Of A Perfect Pair (1984) ★★★★

+ Absent Lovers: Live in Montreal (registrato nel 1984)

Quasi uno spin off, i Discipline: un mitico quartetto new wave, i fratelli maggiori dei Talking Heads. Una trilogia di imperdibili canzoni dalla sintassi post moderna. 



Mark IV

Thrak (1995) ★★★★
The ConstruKction of Light (2000) ★★★
The Power to Believe (2003) ★★★½

+ Vrooom Vrooom (registrato nel 1995-1996)

Il suono industriale della chitarra elettrica di Robert Fripp, supportato dalle migliori sezioni ritmiche in circolazione. Anche se nel primo capitolo Belew omaggia i Beatles, nell'ultimo capitolo riecheggiano elementi dei Crimson melodici. 


King Crimson today 

The Elements Tour Box 2014 (inediti e memorabilia)
Live At The Orpheum (registrato dal vivo nel 2014)

La sublime ricapitolazione 


e le antologie? 

21st Century Guide To King Crimson (8 CD, quattro in studio, quattro dal vivo)
Condensed 21st Century Guide To King Crimson (2 CD)