sabato 20 ottobre 2012

SUONO di Ottobre



Sulla copertina di SUONO di Ottobre: Barack Obama e Bob Dylan. Un’accoppiata quanto mai d’attualità, che si riferisce al lungo articolo di Paolo Vites sul suo nuovo disco, Tempest. Sempre di Vites l’intervista all’irlandese Glen Hansard, il rosso protagonista maschile del film Once.
Pezzo e intervista per il texano Terry Allen a firma Fabio Cerbone e Aldo Pedron e intervista, fra le altre, ai Garbage.
Il vostro affezionato cronista narra del concerto di Lucca di Tom Petty & The Heartbreakers e discetta di concerti dal vivo nella rubrica Shades Of Blue. Inoltre recensisco il bel Away From The World della Dave Matthews Band mentre Pierangelo Valenti si occupa di Ry Cooder.

La chicca del numero in edicola è però un pezzo di Max Stèfani che evoca i giorni in cui gli inglesi cercavano la California: Van Morrison, Eric Burdon e John Mayall. Oltre ad essere molto gustoso il pezzo è speciale perché Max è pigrissimo e non scriveva un articolo da anni (a parte, va da sé, il libro Wild Thing in libreria ora), il che è un peccato perché scrive con uno stile personale, sincero e diretto, ed è sempre stato uno dei pochi capace di farlo.

Stato attuale dei tre musicisti? Van "antipatico, taccagno e supponente", Eric "antipatico e alcolizzato", Mayall "un po' matto ma educato".


(Unico neo del numero in edicola, manca la presenza femminile di Eleonora, e si avverte).