giovedì 14 giugno 2012

SUONO numero 1


Non attendevo una rivista in edicola con tanto desiderio dal Mucchio Selvaggio della fine degli anni settanta (e magari qualche numero di Feedback, la rivista di rock meno nota al mondo). È la copia di giugno, il numero 465 del mensile (su cui a suo tempo avevo già pubblicato, per esempio la recensione di Bad Luck Streak In Dancing School di Warren Zevon) ma da molti punti di vista è il numero 1.
Numero 1 perché nasce oggi SUONO rivista di musica, direttore il mitico Max Stéfani. Numero 1 perché è bella da sfogliare, divertente da leggere e già autorevole. Numero 1 perché ci scrive Eleonora Bagarotti, Mr.Vites, Pierangelo Valenti e tanti altri amici, e naturalmente ci scrivo io.
In questo numero 1 i contenuti rock e quelli hi-fi si fondono alla perfezione. C'è Billy Bragg e c'è Les Paul, c'è John Belushi e Franco d'Andrea, Tom Joad e iTunes, audiofili e music lovers, mercato del vinile e Bonnie Raitt... una rivista per chi ama il vinile, le copertine, i CD, gli impianti stereo e i giornali di carta. Acquistatene due copie, una da leggere ed una da collezionare, in attesa del numero 2.