musica gratis

"il tuo biglietto ti permette di scaricare gratuitamente l'album Mojo (sì, lo hai già pagato con il tuo biglietto" (Tom Petty & The Heartbreakers)

C'è stato un tempo in cui i dischi in classifica vendevano milionate di copie e gli artisti, sia pure al netto dell'avidità delle case discografiche, vivevano su quelle vendite. I concerti, al contrario, servivano per pubblicizzare i dischi e i assistere ad uno show costava molto poco. C'è stato un momento in cui nella stessa serata potevi assistere ad un concerto dei Van Der Graaaf Generator e dei Genesis con soli 50 pence (mezza sterlina).
Un po' alla volta il mercato dei dischi si è ristretto ed il prezzo dei biglietti dei concerti è andato salendo. Se prima non era infrequente per un buon gruppo rock tagliare il traguardo del milione di copie vendute, oggi ci si accontenta di qualche decina di migliaia, magari per una propria etichetta indipendente in modo da incassare il 50% del prezzo lordo del disco anziché il 5%.
In compenso il guadagno proviene (o dovrebbe provenire) dai concerti. Ricordo quando si è cominciato a far pagare un biglietto allo stesso prezzo di un disco, perché c'era chi diceva: "allora a quel prezzo compro il disco!"
Oggi un posto ad uno show degli Stones o di Bruce può costare anche 100 dollari e si inventano show anche più costosi; i termini si sono ribaltati: non è più il concerto a pubblicizzare il disco, ma è la musica, magari scaricata illegalmente, a pubblicizzare gli spettacoli. La maggior parte delle band vive in tour senza fine su e giù per gli States e per il mondo infarcite di concerto di Halloween e di Capodanno, ed i dischi sono spesso registrati dal vivo o comunque in presa diretta in pochi giorni, altra cosa dalle sofisticate produzioni interminabili di una volta.

Per questo non deve stupire l'iniziativa di Tom Petty & The Heartbreakers di fornire di un coupon per scaricare gratuitamente l'ultimo disco a chi acquista il biglietto di una data del tour. Tanto più che in molti fra i presenti il disco lo avranno già comperato, e che qualcuno come noi, per i quali un disco non è tale senza la copertina, si trova sempre...


Post più popolari