best of 2009


Fuori concorso:

Tom Petty & The Heartbreakers The Live Anthology è un concentrato di 47 pezzi di puro rock dall'ultima grande rock band americana. Il rock come lo intendiamo noi e come piace a noi. Fuori concorso perché le incisioni partono dal 1980 e si fermano al 2007.

Il disco dell'anno:

Per quanti sforzi abbia fatto, per quanto abbia ascoltato e riascoltato, non ho un disco dell'anno. Ho molti dischi dell'anno tutti pari, tutti a quattro stelle. Il 2009 è stato un anno a quattro stelle.

Bob Dylan Together Through Life. "È bello che in un mondo che ha così deluso le aspettative, Dylan ci sia ancora". Il sound è quello del Neverending Tour che sta portando avanti da vent'anni. La band è un po' meglio, con ospiti del calibro di Mike Campbell e David Hildago.
Mi piace citare le parole di Mauro Zambellini: "...intenso e romantico, sporcato di fisarmoniche messicane, immediatezza folk e chitarre blues, un disco dolente e quasi sgangherato come i suoi attuali concerti, un lavoro di strada da parte di un artista che è l’essenza intrinseca del rock".
Ma quando invecchia zio Bob?

Black Crowes. Dopo il ritorno alla grande di Warpaint lo scorso anno, quest'anno ci danno dentro con due doppi dal vivo. Il primo Warpaint Live dal sapore dei Rolling Stones di Exiles. Il secondo Before The Frost… Until The Freeze proprio bello, west coast inizio anni settanta, The Band, Stephen Stills… l'unico limite può essere così tanta nostalgia.

Ian Hunter Man Overboard. L'ultimo alfiere del rock britannico, quello di Stones, Faces, Mott The Hoople, Bowie, in un disco particolarmente lucido di canzoni cantate con l'anima.

Gov't Mule By A Thread. Un disco di rock duro delle chitarre fra Led Zeppelin (senza la voce di Plant), Cream e ZZ Top. A tutto volume.

Dave Matthews Band Big Whiskey. Il concerto dell'anno, a Lucca, ed un disco da grande ritorno inferiore solo alle prestazioni della band in concerto, che nessun produttore riesce a testimoniare in studio.

Bruce Springsteen Working On A Dream. Ai fan del live show non è piaciuto, perché non c'è il sound della E Street Band qui dentro. Ma è un disco lirico, "…il canto, bucolico, dello stesso uomo che oggi si sente più vicino al tramonto che all'alba, si siede nel portico della sua casa colonica a Woodstock, guarda le stagioni passare, ricorda gli amici che non ci sono più e canta la malinconica gioia del tramonto". Un disco più da anni sessanta che duemila. Io lo sento mio.

Peter Hammill Thin Air. Un musicista spigoloso che rincorre l'arte con le proprie sofferte canzoni epiche e gotiche. Da amare.

Gong 2032. Il ritorno del free rock, con la formazione originale degli anni settanta.

le nomination:

Porcupine Tree The Incident. Art Rock allo stato dell'arte e probabilmente il capolavoro della formazione inglese.

George Thorogood The Dirty Dozen. Solo sei canzoni nuove per un rock blues solare con tutta l'energia dei giorni della new wave. Per chi ha nostalgia dei vecchi Destroyers ma anche, perché no, dei Clash.

Drive-By Truckers Live From Austin, Tx. Per gli amanti del suono del Buscadero, un disco di canzoni che sanno di Neil Young ma anche un po' di Lynyrd Skynyrd.

Willie Nile House Of A Thousand Guitars. Rock delicato e poetico da NYC.

Van Der Graaf Generator Live At The Paradiso. Un'altra iniezione di VDGG in concerto dopo il recente Real Time.

la canzone:

Il disco di quest'anno di Neil Young non è un capolavoro, ma sarebbe davvero un peccato non ascoltare la malinconica e dolcissima ballata di Light A Candle, una canzone che parla di preparaci a quando non ci saremo più.

la ristampa:

In The Court Of The Crimson King del 40° anniversario con tre o quattro incisioni mai sentite prima. Le ristampe del catalogo Island di Stomu Yamashta. La ristampa di Still di Pete Sinfield che, per chi non lo conosce, sa tanto di Nick Drake e un poco di Donovan.

rivista dell'anno:

Sono soddisfatto. Quest'anno mi sembra di aver fatto un buon lavoro.

fuori tempo massimo:

Madness The Liberty Of Norton Folgate. Un gran disco inglese, dedicato a Londra. Però l'ho scoperto solo nel 2010.

P.S: and the winner is:

Dave Matthews Band Europe 2009, 3 CD dal vivo registrati in concerto in Piazza Napoleone a Lucca. Uno show memorabile, uno dei migliori della band e uno dei grandi dischi dal vivo del rock. Aggiunto dopo tempo massimo perché stampato negli USA alla fine dell'anno e reperito da noi all'inizio del 2010. Ma si tratta pur sempre di un disco del 2009 e di un concerto datato 5 luglio 2009.


PS: tutti questi dischi sono stati recensiti sul blog. Basta cercarli.

Post più popolari