il più grande batterista del rock # 2



Si è chiuso anche il sondaggio sul "più grande" batterista del rock.

Vincitore con un terzo dei voti il mitico Keith Moon, batterista degli Who, picchiatore in overdose di rock & roll. È interessante notare come nel sondaggio sui bassisti fosse risultato al secondo posto, alle spalle di Jaco Pastorius, proprio John Entwistle della stessa band.
Evidentemente The Who hanno lasciato un segno indelebile nel cuore degli appassionati, e confesso che oggi che quello che è rimasto della musica rock sembra essere appannaggio degli americani, mi mancano più che mai le band britanniche.
Se il lettore casuale non dovesse avere dischi degli Who in casa, interrompa all'istante la lettura del blog per infilarsi in un negozio di dischi alla ricerca di Then And Now (ottima raccolta rimasterizzata), Who's Next, Quadrophenia, Live At Leeds...

Al secondo posto Bill Bruford, il virtuoso ed elegante batterista prog inglese degli Yes classici e dei King Crimson (Bill ha in realtà nella sua lunga carriera suonato praticamente con tutti). Il suono dei suoi tamburi è imperdibile in almeno due album, Close To The Edge degli Yes (1972) e Red dei King Crimson (1974).

Sarebbe stato perfetto che il terzo posto toccasse ad un elegante batterista americano che del rock è un pezzo di storia, quel Jim Keltner che ha suonato con tutti i più importanti artisti della nostra musica, da tutti i Beatles a Bob Dylan, Tom Petty, Eric Clapton, Stones, Joe Cocker, Neil Young, Warren Zevon, Elvis Costello ed un migliaio di altri. Soprattutto perché in questa triade perfetta Moon rappresenta il picchiatore R&R, Bruford il virtuoso sperimentale, Keltner il batterista classico perfetto.

Invece a Jim il terzo posto è stato soffiato di poco da un altro picchiatore di mito, John Bonham dei Led Zeppelin.

Fra i "giovani" Carter Beauford (Dave Matthews Band) con il suo 10% dei voti paga la scarsa popolarità della sua band sui nostri lidi e la pochezza dei nostri anni rispetto ai sessanta ed ai settanta; perché di tutti i nomi citati il migliore batterista al mondo è proprio lui. Con il 5% John Fishman dei Pish, altro grande picchiatore funky e groove.

Qualche voto a Terry Bozzio, con i Mothers di Frank Zappa e Stewart Copland dei Police. Pochi a Michael Giles, grande batterista dei primissimi King Crimson che però del rock non ha certo fatto una ragione di vita, e nessun apprezzamento per i mitici Ringo Starr e Charlie Watts. Time Waits For No One...

Post più popolari