Massimo Bubola > Dall'Altra Parte del Vento

Duemilaeotto anno della maturità per Massimo Bubola. Prima se ne esce con Ballate di Terra e d’Acqua, poetico e poderoso disco di rock delle chitarre, a parere di chi scrive il migliore della sua carriera e disco dell'anno. Poi celebra l’amico Fabrizio De André con questo Dall’Altra Parte del Vento, rivisitazione delle canzoni composte con lui nella lunga collaborazione durata dal 1977 al 1990. L’altra faccia di Massimo Bubola, verrebbe da scrivere, se non fosse che invece queste canzoni suonano esattamente come i suoi pezzi rock. Superati i primi due ascolti, per ripulirsi le orecchie dagli arrangiamenti a cui eravamo abituati, i nuovi arrangiamenti suonano come l’attuale rock delle chitarre di Bubola (ed infatti al suo fianco c’è sempre il chitarrista Simone Chivilò).

Rimini, che introduce il lavoro, suona tzigana come un pezzo di Tonino Carotone. Un ritmo ipnotico che non si può fare a meno di ballare, e iniziare una festosa danza è esattamente quello che facciamo io e mia figlia ogni volta e ovunque la canzone inizia a suonare.
Tra le altre, le canzoni che suonano più straordinarie sono Fiume Sand Creek, sul massacro dei Cheyenne ad opera della milizia del Colorado, una ballata evocativa più forte che mai. Dall’altra parte del vento, canzone nuova per ricordare Faber come se fosse ancora vivo. Sally, malinconica murder ballad. Invincibili, composta con Cristiano De André. Colline Nere, continuazione della storia del fiume Sand Creek.
E poi ancora avanti per altri otto pezzi, forse più vicini alla sensibilità degli arrangiamenti tradizionali da cantautore.
Un modo bellissimo di celebrare, noi e lui, l’amico fragile.

PS: oggi sono passato assolutamente per caso in un megastore di musica e film. C’erano due scaffali di dischi di Fabrizio De André, ma anche una dozzina di copie di questo disco di Massimo Bubola e altrettante del suo precedente Ballate di Terra e d’Acqua. Anche le celebrazioni servono se tante persone nuove ascolteranno queste canzoni...


★ ★ ★ ★ (ottimo)
Genere: Cantautore
Eccher, 2008
in breve: dolce e classico

Post più popolari